Come siamo finiti qui?

Più che il capitalismo, più che il socialismo o il comunismo, l’”ismo” di maggior successo del Novecento è stato il consumismo. Siamo consumati dal consumismo. Dietro questo successo c’è un nome che pochi conoscono, Edward Bernays, pubblicista statunitense, uno degli uomini più influenti del 20° secolo. Negli anni 20 del Novecento le grandi imprese americane iniziarono a preoccuparsi perché le masse avrebbero potuto all’improvviso smettere di consumare, sature dei prodotti già acquistati; Bernays suggerì di trasformare i bisogni in desideri, creando il sistema delle pubbliche relazioni, attraverso cui ha trasformato il mondo della comunicazione di massa e della pubblicità. I prodotti diventarono così un’estensione del sé, un nuovo linguaggio che trasformò il cittadino in consumatore. Le grandi imprese smisero di preoccuparsi del fatto che i cittadini potessero smettere di consumare e Bernays pubblicò un libro dal titolo “Propaganda”, in cui descrisse il modo migliore per controllare le masse in una democrazia: fargli credere che solo possedendo il nuovo prodotto avrebbero raggiunto la felicità; senza però poterla mai raggiungere completamente, perché altrimenti avrebbero smesso di consumare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: