Un GREEN NEW DEAL per l’ENERGIA (parte 7)

Ecco un piano energetico per l’Italia del 2040:

Entro il 2040 L’Italia deve installare 400 gigawatts di energia rinnovabile.

La nostra energia dovrebbe arrivare per il 25% dall’eolico su mare e terra, per il 25% da fotovoltaico e solare termico, per il 15% dal idro-elettrico già esistente, per il 10% da geotermico (terra e acqua), per l’10% da bio-massa e cogenerazione, per il 5% da bio-gas, biochar, biodiesel, bio-cherosina ed etanolo, per il 5% dall’idrogeno, per il 5% da onde e maree,

Questa transizione costerebbe 500 miliardi di euro in 20 anni, 25 miliardi all’anno, l’1.5% del pil. Rappresenterebbero un quarto degli investimenti annuali italiani nel Green New Deal. Fornirebbe centinaia di migliaia di posti lavoro e potrebbe anche portare ricavi con l’esporto d’energia.

La generazione dell’energia rinnovabile in Italia avverrà a tutti i livelli: da giganteschi parchi eolici off-shore a progetti d’energia rinnovabili dei comuni a micro generatori come panelli sul tetto. Trasformare l’Italia in una società a zero emissioni non deve essere visto come un costo ma come un investimento che risparmia energia e porta buon ritorni a lungo termine. L’utilizzo principale degl’idrocarburi nei prossimi anni dovrebbe essere fornire energia quando la richiesta d’energia supera quella prodotta dai rinnovabili.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: