archivio

Archivi tag: green investment bank

Come finanziare il Green New Deal energetico?

1. Come nei paesi scandinavi, una Carbon Tax ad ampia scala
2. Attraverso gli eco-bonds offerti dal governo italiano ai cittadini italiani, che offrono interessi del 4%, tax free, e sono convertibili in azioni
3. Una Green Investment Bank (come ad esempio la KfW bank in Germania),per favorire attività verdi (rinnovamento degli stock degli edifici, produzione energia rinnovabile, ammodernamento ed estensione rete ferroviaria, infrastruttura di tecnologia dell’informazione e comunicazione, rete elettriche avanzate e sistemi di gestioni del traffico, ricerca e sviluppo.
4.Annullamento degli incentivi alla produzione elettrica inquinante (carbone e inceneritori), e loro impiego nelle rinnovabili

La transizione ad un’economia “low carbon” ha bisogno di investimenti. Creiamo un pacchetto che stimola investimenti verdi e l’occupazione nel breve periodo, che fornisce sicurezza energetica e innovazione tecnologica nel medio periodo e sostenibilità nel lungo periodo. Se le autorità pubbliche includessero forti considerazioni ambientali tra i loro criteri di scelta delle gare d’appalto ciò contribuirebbe enormemente a fornire un mercato di sbocco per le imprese di prodotti e servizi più verdi.

Annunci

Come funzionerebbe e come finanziare il Green New Deal durante la Grande Transizione?

La transizione a un’economia low-carbon è una sfida enorme ed è soprattutto un problema di investimenti. Ce’ bisogno di allocare abbastanza risorse per trasformare le nostre economie rapidamente ma anche senza creare un collasso.
Dal 1939 al 1944 il debito pubblico americano sali dal 40% al 100% del pil per finanziare la seconda guerra mondiale. Nel 1940 le spese per la difesa americana erano solo l’1.6% del pil, in 3 anni erano il 32%, in 5 anni il 37%. Considerando che il pil stesso in quei 5 anni era salito del 75%, l’aumento degli investimenti per la guerra crebbe 10 volte in un anno. Questo è quello che è necessario fare durante La Grande Transizione.

La media mondiale di investimenti verdi nei pacchetti di stimolo durante la crisi è stata 15.6%; in Italia è stata solo l’1.3% (1 Miliardo di Euro su 80 Miliardi stanziati). Prendendo esempio dalla Corea del Sud, bisogna allocare, tramite una Green Investment Bank pubblica, almeno l’80% dei pacchetti di stimolo ad obbiettivi ambientali: nel trasporto, veicoli low carbon e reti di trasporto ecologiche, nell’energia rinnovabile e nello smart grid, nella produzione e riciclaggio ecologico dei rifiuti, nella protezione ambientale, in quartieri e città verdi, aumentando la qualità di vita.